II Seminario Progetto F.I.E.L.D. “Tutela della fertilità del suolo” – 26/11/2019

Il 26 novembre 2019, nell’ambito di un ciclo di interventi formativi previsti dal Progetto FIELD – finanziato nell’ambito del PSR regionale della Toscana e coordinato dal Centro Analisi C.A.I.M. S.r.l. di Follonica -, Graziana Masciandaro ha presentato le attività del Progetto LIFE Zeowine a 30 lavoratori del settore agricolo, agroalimentare e forestale, terrestre, dirigenti ed, in particolare: imprenditori agricoli; proprietari di aziende agroalimentari; amministratori e dipendenti, anche con funzioni manageriali, di organi di gestione del territorio, rappresentati da Comuni, Unioni di Comuni, Enti del Parco ed enti pubblici che gestiscono i siti della Rete Natura 2000.

Lo scopo del progetto è quello di realizzare interventi di trasferimento dell’innovazione con l’obiettivo di potenziare il sistema delle conoscenze e del trasferimento dell’innovazione attraverso azioni di informazione, destinate agli addetti del settore agricolo, agroalimentare e forestale, gestori del territorio operanti in zone rurali. Il progetto vuole sostenere l’erogazione di interventi informativi finalizzati a realizzare attività di disseminazione delle informazioni rilevanti per le attività agricole, agroalimentari, forestali.

L’intervento della Dott.ssa Grazia Masciandaro – Ricercatrice CNR-IRET di Pisa e coordinatrice del Progetto LIFE ZEOWINE -, ha approfondito il tema della “Tutela della fertilità del suolo e prevenzione del dissesto idrogeologico” con particolare focus sulla “Gestione del suolo per la tutela della fertilità e la conservazione della sostanza organica, contenimento dell’erosione”.

Tra i casi di studio sono state presentate le attività ed i risultati del Progetto LIFE ZEOWINE che ha realizzato un nuovo ammendante per incrementare la fertilità dei suoli nel settore vitivinicolo. Tale fertilizzante è stato ottenuto combinando le proprietà della zeolite, il cui utilizzo nel recupero dei suoli e degli ambienti contaminati e degradati presenta ottime potenzialità in molti settori oltre che in agricoltura, con la sostanza organica stabile di un compost ottenuto su scala aziendale dal riutilizzo degli scarti di lavorazione delle uve, vinacce e raspi. I risultati attesi dell’applicazione di tale prodotto ai terreni vitati sono relativi al miglioramento complessivo della qualità dei suoli in termini di contenuto in sostanza organica, biodiversità, miglioramento delle condizioni idriche e strutturali, alla riduzione del contenuto in rame biodisponibile e dell’impatto totale delle emissioni di gas serra, ma anche all’incremento della qualità delle uve e dello stato di equilibrio fisiologico delle viti.

Read More

DN360 partecipa al XXI Convegno “Compostaggio e Digestione Anaerobica” – Rimini 06/11/2019

Il 6 novembre 2019, il progetto LIFE Zeowine ha preso parte alla XXI Conferenza sul Compostaggio e Digestione Anaerobica – I Conferenza su “I Fertilizzanti organici di qualità e la conservazione della fertilità organica del suolo” – SESSIONE TECNICA.

L’evento è stato organizzato dal CIC – CONSORZIO ITALIANO COMPOSTATORI – a Rimini Fiera e si è tenuta nella giornata del 6/11/2019.

Il progetto ha partecipato all’invito a presentare relazioni cartacee e tecnico-scientifiche sull’uso di fertilizzanti organici che presumono la fine dello stato dei rifiuti e che sono i prodotti del riciclaggio organico ed è stato selezionato per una presentazione orale

Il progetto LIFE Zeowine è stato presentato da Davide Manzi – Ricercatore DN360 – nel panel dedicato alla gestione e valorizzazione dei rifiuti organici: in una prospettiva di bioraffineria, la sessione ha affrontato le problematiche legate alla generazione e al potenziamento di possibili output derivanti dai processi di riciclaggio dei rifiuti organici, che vanno dal biometano ai diversi tipi di fertilizzanti organici (ammendanti e fertilizzanti), nonché composti che possono essere utilizzati in varie applicazioni industriali.

Read More

I Seminario Progetto F.I.E.L.D. “Tutela della fertilità del suolo” – 28/10/2019

Il 28 Ottobre 2019, nell’ambito di un ciclo di interventi formativi previsti dal Progetto FIELD – finanziato nell’ambito del PSR regionale della Toscana e coordinato dal Centro Analisi C.A.I.M. S.r.l. di Follonica -, Graziana Masciandaro ha presentato le attività del Progetto LIFE Zeowine a 30 lavoratori del settore agricolo, agroalimentare e forestale, terrestre, dirigenti ed, in particolare: imprenditori agricoli; proprietari di aziende agroalimentari; amministratori e dipendenti, anche con funzioni manageriali, di organi di gestione del territorio, rappresentati da Comuni, Unioni di Comuni, Enti del Parco ed enti pubblici che gestiscono i siti della Rete Natura 2000.

Lo scopo del progetto è quello di realizzare interventi di trasferimento dell’innovazione con l’obiettivo di potenziare il sistema delle conoscenze e del trasferimento dell’innovazione attraverso azioni di informazione, destinate agli addetti del settore agricolo, agroalimentare e forestale, gestori del territorio operanti in zone rurali. Il progetto vuole sostenere l’erogazione di interventi informativi finalizzati a realizzare attività di disseminazione delle informazioni rilevanti per le attività agricole, agroalimentari, forestali.

L’intervento della Dott.ssa Grazia Masciandaro – Ricercatrice CNR-IRET di Pisa e coordinatrice del Progetto LIFE ZEOWINE -, ha approfondito il tema della “Tutela della fertilità del suolo e prevenzione del dissesto idrogeologico” con particolare focus sulla “Gestione del suolo per la tutela della fertilità e la conservazione della sostanza organica, contenimento dell’erosione”.

Tra i casi di studio sono state presentate le attività ed i risultati del Progetto LIFE ZEOWINE che ha realizzato un nuovo ammendante per incrementare la fertilità dei suoli nel settore vitivinicolo. Tale fertilizzante è stato ottenuto combinando le proprietà della zeolite, il cui utilizzo nel recupero dei suoli e degli ambienti contaminati e degradati presenta ottime potenzialità in molti settori oltre che in agricoltura, con la sostanza organica stabile di un compost ottenuto su scala aziendale dal riutilizzo degli scarti di lavorazione delle uve, vinacce e raspi. I risultati attesi dell’applicazione di tale prodotto ai terreni vitati sono relativi al miglioramento complessivo della qualità dei suoli in termini di contenuto in sostanza organica, biodiversità, miglioramento delle condizioni idriche e strutturali, alla riduzione del contenuto in rame biodisponibile e dell’impatto totale delle emissioni di gas serra, ma anche all’incremento della qualità delle uve e dello stato di equilibrio fisiologico delle viti.

Read More

BRIGHT 2019 – La Notte dei ricercatori in Toscana


Life ZEOWINE 
raccontato ai cittadini al CNR
in occasione del BRIGHT 2019

Il “BRIGHT 2019: la Notte dei Ricercatori” in Toscana si è tenuto il 27 Settembre 2019, con numerose attività di divulgazione scientifica del mondo della ricerca ai cittadini nei centri e per le strade e piazze del centro storico di tutte le città coinvolte, con banchi informativi e laboratori aperti ai cittadini che possono incontrare e parlare con i ricercatori, apprezzarne la competenza e la passione e conoscere l’impatto positivo che i risultati del loro lavoro hanno sulla qualità della vita.

A Pisa il programma di BRIGHT 2019 prevedeva una mappa di eventi divisi per aree tematiche che collegando tra loro le università e gli istituti di ricerca promotori dell’iniziativa: Università di Pisa , Scuola Normale Superiore , Scuola Superiore Sant’Anna , CNR , INGV e INFN.

Per sottolineare la connessione tra le tante sedi in cui si fa ricerca a Pisa, città della ricerca per eccellenza, le attività sono state organizzate in 6 aree tematiche: 

What a Wonderful World/ Health4All/New Technology, Make it Real!/ European Year of Cultural Heritage/ Food Sustainability and the Climate Change/ European Paths. 

Le aree come ogni anno, hanno interessato le vie del centro fino all’Area San Cataldo (CNR – Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale), passando per i musei dell’Ateneo fino a Calci. Ad ogni “fermata” della metropolitana, i visitatori potevano incontrare i veri protagonisti di BRIGHT , i ricercatori, che hanno raccontato e spiegato al pubblico il loro lavoro e le loro ricerche.

Il CNR-IRET aveva un info desk allestito per illustrare il Progetto LIFE Zeowine e il suo rapporto e rilevanza in relazione ad aspetti come la tutela del suolo e della biodiversità.

Read More

III International Symposium on Growing Media, Composting and Substrate Analysis

CNR ha presentato un paper ed un poster in risposta alla call relativa al III International Symposium on Growing Media, Composting and Substrate Analysis – Milano 24 – 28 Giugno, 2019.


Poster Progetto LIFE ZeoWine
presentato al
III International Symposium on Growing Media, Composting and Substrate Analysis
Milano 24 – 28 Giugno, 2019

Si è deciso di partecipare in quanto per la seconda volta l’evento internazionale sui metodi di coltivazione, compostaggio ed analisi dei substrati si è tenuto in Italia; il primo è stato nel 1992 a Firenze e da allora la crescente industria dei metodi di coltivazione si è costantemente espansa in Italia. Secondo l’ultimo sondaggio europeo, il mercato italiano per i media in crescita si è classificato solo al secondo posto in Germania e ha raggiunto il valore più alto in assoluto in Europa.

La proposta innovativa del Progetto LIFE ZeoWine si innesta perfettamente tra le opportunità di implementazione di metodi di coltivazione e gestione della risorsa suolo in viticoltura in un’ottica di sostenibilità ambientale.

Il Simposio internazionale 2019 è stato un’occasione ideale per discutere e scambiare esperienze su tutti gli argomenti connessi.

Tra i temi del simposio che hanno interessato il progetto e l’audience si segnalano:

  • Nuovi materiali inorganici e organici come terreni senza suolo
  • I progressi tecnologici nella produzione, elaborazione e utilizzo dei costituenti dei substrati in crescita
  • Gestione delle esigenze idriche e nutritive dei substrati
  • Processi di compostaggio e utilizzo di prodotti finali compostati come componenti di supporti in crescita

Il poster è stato esposto nelle giornate del simposio alla presenza delle ricercatrici del CNR che hanno fornito informazioni sul progetto a diversi stakeholders interessati.

Read More

Networking Progetto LIFE Vitisom – 18 Giugno 2019

Il 18 Giugno 2019 presso la Cantina Castelvecchi, Località Castelvecchi, Radda in Chianti (SI) si è tenuto il Workshop di disseminazione del progetto LIFE Vitisom “Biodiversità e consumo consapevole – Il ruolo della viticoltura sostenibile”.

Read More

Networking tra progetti LIFE al salone del Vinitaly 2019

Il Salone del VINITALY 2019, in occasione della 53ma edizione di Vinitaly – ha fatto registrare 125mila presenze da 145 nazioni4.600 aziende su 100mila metri quadrati espositivi.

In questo contesto internazionale il 9 Aprile 2019 il Progetto LIFE ZeoWine è stato protagonista, in sinergia ad altri 3 progetti LIFE di

“Sorsi di ricerca: La sfida della viticoltura sostenibile”

talk-show organizzato dal CREA dedicato alle innovazioni in viticoltura presso il padiglione del MIPAAFT.

Leggi il comunicato stampa del CREA

Ottimo esempio di networking, l’evento ha ospitato, oltre a ZEOWINE, anche i rappresentanti di altri progetti europei finanziati dal Programma LIFE: 

In quest’occasione ha presenziato anche il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, Gianmarco Centinaio.

Read More

Lezione sulla tutela del suolo e l’utilizzo delle zeoliti in viticultura – 27 Marzo 2019

Il 27/03/2019 è stata realizzata una lezione per un gruppo di studenti francesi in visita al CNR sul tema “La tutela del suolo e l’utilizzo delle zeoliti in viticoltura”.

Il Progetto LIFE ZeoWine è stato ampiamente presentato ed è stato distribuito il materiale informativo ai partecipanti.

Read More